Mantenere il posizionamento in un mondo che cambia

Mantenere il posizionamento in un mondo che cambia

«Sono soddisfatto della mia azienda e dei nostri risultati, pertanto penso che possiamo non investire in marketing, o almeno non in strategia».

È una mera e falsa illusione.

È l’errore di chi pensa che il cambiamento sia un fattore di scelta a nostro appannaggio.

Non solo siamo geneticamente programmati per cambiare, ma siamo inseriti in un contesto che muta continuamente senza chiederci il permesso.

I tuoi clienti cambiano, i tuoi concorrenti cambiano, le tecnologie cambiano, le aspettative cambiano: tutto cambia!

 

Se tu rimani stabile, in realtà stai cambiando.

Facciamo un esempio: sei il leader tecnologico del tuo mercato. Bravo, complimenti! Ti meriti un 10!

Domani però un brillante ragazzo dall’altra parte del mondo sviluppa una tecnologia nuova, disruptive, che supera la tua.

Sei ancora da 10? No! È cambiato il contesto nel quale operi e pertanto la tua tecnologia, sempre la stessa, ora non è più da 10, ma da 7 e no… non sei più il leader tecnologico del mercato.

Se vuoi rimanere stabile nella tua posizione di vantaggio, devi correre.

L’ho già detto e scritto. Il mercato è come un tapis roulant: se stai fermo, vai indietro (e ti fai male!), se corri piano mantieni la tua posizione, se vuoi avanzare, anche di poco, devi sgambettare forte!

Ecco perché anche se le cose ti vanno un gran bene non puoi mai pensare di abbandonare le fondamentali fasi di analisi e di strategia di marketing!

L’analisi ti serve per capire come cambia tutto ciò che tu non puoi controllare.

La strategia per comprendere come agire per mantenere, in un contesto mutato e mutevole, la tua posizione (il tuo posizionamento).

Ecco perché mi è tanto cara la metafora del surfer: per mantenersi in equilibrio sopra la tavola e a cavallo dell’onda, mette in atto micro movimenti continui per adattare la sua postura a ciò che avviene sotto e attorno a lui. Ti sembra poco?

Il suo intento è mantenersi stabile, per questo non è mai fermo!

E tu?

Related Posts

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

15 − 12 =