Ho cambiato telefono e ho imparato che…

Ho cambiato telefono e ho imparato che…

Ho cambiato telefono. Come? Seguimi…

  • ho letto articoli di un noto blog
  • ho chiesto consigli a una persona esperta che conosco
  • ho chiesto un parere all’addetto di un negozio
  • ho visto e valutato alcuni telefoni, sempre in negozio
  • ho approfittato di una promozione a volantino

 

Cosa evidenzia la mia micro storia

  1. esperienza online e offline sono sempre interconnesse
  2. è sempre un tema di fiducia: cerchiamo persone che ne sappiano più di noi
  3. i negozi fisici non sono morti
  4. la fiducia su un “non venditore” è maggiore rispetto a quella riponibile nel più bravo venditore del mondo
  5. non si tratta solo di comunicazione, ma di marketing mix: prodotto, prezzo, comunicazione e distribuzione (no, neppure le 4P non sono morte)
  6. sfido chiunque a dirmi che il mio processo fosse rinchiudibile in un funnel per una vendita automatica: dimentica queste sciocchezza (ndr: scrivo “sciocchezze” solo per via delle censure semantiche)
  7. dobbiamo pensare in termini di ecosistema, o di costellazione: diversi punti di contatto creano valore per il cliente, indipendentemente dal fatto che li segua tutti o che li percorra secondo un ordine prestabilito.

I clienti non pensano e non agiscono per compartimenti stagni. Ma allora perché tante aziende, agenzie e professionisti, continuano a farlo?!

Related Posts

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

tre × cinque =