La società liquida ha bisogno di aziende e persone solide

La società liquida ha bisogno di aziende e persone solide

Dobbiamo abitare e coltivare l’incertezza.

Forse sai che in questo momento sia tu che io siamo nostro malgrado a bordo di un frammento chiamato Terra, che gira nostro malgrado attorno a un’enorme palla infuocata chiamata Sole, sperando di schivare miliardi di micro frammenti che vagano nel caos di uno spazio interplanetario infinito nel quale noi rappresentiamo qualcosa di insignificante.

Lo sappiamo, eppure:

  • Facciamo di tutto per pianificare ogni aspetto ed evitare i rischi
  • Ci sentiamo enormemente responsabili come se tutto dipendesse da noi
  • Pensiamo e agiamo come se fossimo certi di poter essere protagonisti o almeno presenti nel futuro

E facciamo bene!

In che senso? Nel senso che dobbiamo riuscire a muoverci in equilibrio tra due atteggiamenti opposti e sbagliati: da un lato quello di coloro che sono “isterici-controllanti”, che vogliono avere sempre tutto sotto controllo, che odiano gli imprevisti e organizzano tutto in modo rigido e schematico; dall’altro quelli che, abbracciando la logica del «doman non v’è certezza», vivono alla giornata, inseguono la tattica, non coltivano una visione strategica.

Dobbiamo fare lo sforzo, davvero impegnativo, di accogliere l’incertezza nella nostra vita professionale e non solo. L’incertezza è un dato di fatto, non uno spauracchio.

Dobbiamo essere solidi in una realtà sempre più liquida.

Dobbiamo essere flessibili, reattivi, pronti, ma anche fermi, focalizzati, stabili.

Non è un ossimoro, è semplicemente una necessità per vivere e lavorare in questo tempo.

 

E allora…

Guai se un’azienda non si pensa fra 10 anni!

Guai se non ha una strategia a 3 anni!

Guai se non è cosciente che tutto potrà cambiare nei prossimi 6 mesi!

Guai se ha paura dei cambiamenti che si troverà ad affrontare!

Guai se si farà vincere dalla tentazione di pensare che “una volta era meglio” o “una volta era più facile”!

Guai se non si impegna al massimo per costruire relazioni stabili e durature con i clienti!

Guai se pensa che i clienti fedeli lo resteranno per sempre!

 

Insomma, come direbbero a Napoli, «stiamo inguaiati», ma siamo anche in un periodo storico con opportunità mai viste, sfide affascinanti e grandi potenzialità!

Sta a noi decidere come giocarci al meglio questo nostro percorso così avventuroso tra i corpi celesti e tra le mille, affascinanti complicazioni quotidiane.

Related Posts

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.