Il prossimo assistente virtuale del tuo business

Il prossimo assistente virtuale del tuo business

Tutti ormai conosciamo Alexa di Amazon e Google Home di Big G.

Qualche settimana fa anche MSC Crociere ha annunciato per Marzo 2019 il primo sistema di assistenza virtuale con AI su una nave da crociera: si chiamerà Zoe (fonte).

assistente virtuale Zoe

È senza dubbio un trend in enorme e trasversale espansione. Perché?

Non importa se anche tu ti occupi di tecnologia o meno: a tutti noi deve interessare comprendere le motivazioni alla base di questa Domanda crescente. Perché, se ne capiamo le logiche, possiamo capire come anche noi, qualunque sia il nostro business, possiamo seguire il trend con profitto.

Proviamo allora a chiederci:

 

Perché ci attraggono così tanto gli assistenti virtuali?

Possiamo certamente concentrarci sul valore di praticità, ma anche sull’aspetto ludico e divertente.

Infine, ritengo che ci sia anche una componente di “vizio”.

Chi, se non i nobili, poteva dare ordini ai domestici e ai fattori? Abbiamo tutti visto film e letto romanzi che ce l’hanno impresso nella mente.

Da bambini abbiamo letto di Battista, il domestico di Zio Paperone. Da ragazzi abbiamo sognato di essere come Batman, con il suo fedele Alfred. La Ferrero ha creato l’immaginario del Ferrero Rocher proprio sul valore della “gratificazione viziosa”, con il personaggio di Ambrogio.

Ecco allora il senso degli assistenti virtuali oggi: rendono popolare e accessibile l’esperienza di poter chiedere, delegare, ordinare, standocene comodi in divano, in poltrona, in auto o in una nave da crociera.

Ci sentiamo nobili e potenti, nel nostro piccolo.

 

Gli assistenti virtuali nel nostro business? Come? 

La domanda da porci allora è: come posso far sentire i miei clienti, attuali e potenziali, nobili e potenti, comodi e viziati, come posso dare loro un’esperienza di praticità e gratificazione?

Perché è questo che vogliono e vorranno sempre di più, perché ciò che oggi ci sembra eccezionale, a breve diventerà una normale aspettativa in tutti i contesti di consumo.

Sta a noi capire come farlo, indipendentemente dal fatto che ci occupiamo di meccanica di precisione, marketing scientifico o navicelle insterstellari.

Ci hanno detto in molti che dobbiamo nobilitare i nostri prodotti.

È giunto il tempo di nobilitare i nostri clienti.

Related Posts

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.